E il Natale continua...

 

Domenica 22 gennaio, noi del gruppo del II anno di Cresima e la piccola mascotte Marianna, ci siamo riuniti per partecipare al secondo appuntamento di "Adeste Fideles" - alla scoperta dei presepi artistici -. Quelli da noi visitati sono stati realizzati dal signor Francesco Luciani e da un gruppo di collaboratori.

Il primo che abbiamo visitato è situato nel piazzale esterno del riostorante "La Mimosa". Da quattro anni a questa parte si realizza questo pittoresco presepe, impiegando due settimane di intenso lavoro. E' costruito con materiali poveri del territorio abruzzese: sassi, legna, sabbia ed altri piccoli materiali che gli conferiscono un aspetto semplice e naturale.

Abbiamo intervistato il proprietario del ristorante che ci ha detto che tutto il materiale e le statuine sono di sua proprietà, e che ogni anno cerca di arricchirlo e di migliorarlo. Quest'anno ha comprato una pompa speciale che riproduce una vera cascata! Ci ha confidato, con un sorriso, che si è identificato nella statuetta del panettiere. Dopo, ci siamo recati a piedi a visitare il presepe che è alloggiato nell'antico lavatoio di San Lorenzo. Quest'ultimo ci è piaciuto di più perchè ad animare la scena generale c'erano diversi effetti sonori: versi di animali, suono di zampogne, canto di angeli ed il tenero pianto di un bambino. Se chiudevamo gli occhi, ci sembrava di vivere veramente, come per magia, l'epoca della nascita di Gesù! Il presepe è diviso in due parti: una rappresenta un tipico paesaggio abruzzese dell'epoca passata, con in bella mostra diversi e antichi strumenti da lavoro gentilmente regalati dai contadini locali. Abbiamo visto pentole in alluminio e terracotta, un tessitore d'orzo, un traino per buoi, falciatrici e tinozze da latte. Abbiamo scoperto anche le gaie, grosse ceste fatte di giunchi intrecciati utilizzate per il trasporto del frumento. Le persone che hanno partecipato alla sua realizzazione, hanno visto premiato il loro impegno e la loro passione, vincendo il primo premio del concorso "La strada dei Presepi" organizzata dalla Pro Loco di Tornimparte. Guardando il "suo" presepe, il signor Francesco si è sentito come San Francesco, paragonando la sua passione per il presepe alla stessa che animò il poverello d'Assisi.

Questa esperienza, per il nostro gruppo, è stata molto significativa e ci ha fatto capire che il Natale non termina il 6 gennaio, con l'Epifania, ma che ogni giorno è quello giusto per incontrare Gesù.

 

I ragazzi del gruppo del II anno di Cresima

 

 

COMMENTA

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

Contatore accessi gratuito Copyright 2011 © Parrocchia S.Stefano di Pizzoli - Realizzazione: Leonardo Murolo - Design by Flash Templates - Privacy Policy - Terms of Use - XHTML - CSS